Il canile chiama a raccolta i volontari

La strada di accesso è completamente ostruita da una frana caduta nei giorni della grande paura del ponente così il canile del Monte Gazzo, una struttura privata gestita da volontari, si trova in questi giorni in condizioni di grave disagio, a rischio approvvigionamenti. «La strada di accesso alla strada di accesso al canile è completamente bloccata si transita solo a piedi muniti di stivali con enormi difficoltà ed estremo pericolo non possiamo quindi ricevere scorte di cibo e inoltre nel caso si presentasse un’emergenza di tipo veterinario non avremmo la possibilità né di ricevere la visita di un veterinario, né di trasportare i nostri animali per essere curati dal veterinario», raccontano i responsabili della struttura.
«Nel canile risiede il custode che ha una figlia piccola e anche lui è pressoché immobilizzato nella struttura - continua Paola Morsoletto, una delle responsabili - I nostri dipendenti e volontari rischiano passando sulla strada dissestata per raggiungere il canile e accudire i 100 cani e 60 gatti da noi ricoverati. Chiediamo un intervento urgente da parte delle autorità prima che all'attuale stato di cose si aggiungano altri eventuali problemi causati dal perdurare della situazione con rischi per le persone». I volontari lanciano un appello: «chiediamo a chi abbia pale, o sega elettrica o altri mezzi di unirsi ai nostri volontari sabato per cercare di sbloccare la situazione permettendo almeno un passaggio a piedi più agevole e in sicurezza».
Diversa la situazione di Monte Contessa, sempre a Sestri, ma che si può raggiungere e dove la situazione, sia pur nella difficoltà, è tranquilla.
Per eventuali contatti Paola Morsoletto 349-1763214 oppure Katia Messina 346-9560747.