Canile Ci vietano persino di offrire il nostro aiuto

Assiduo lettore da anni, gradirei per quel che riguarda Genova, che venisse chiarita una situazione che da molto tempo affligge un certo numero di lettori. Siamo tutti persone che seguono, fuori dalla politica ma semplicemente per umanità, cani e gatti, esseri che tanto offrono e sono indifesi. Molti canili si difendono bene, vengono presi in considerazione, per il Canile di Monte Contessa mai una parola. Mistero. Quelli esposti nelle gabbie esterne, sono alla pioggia, alla neve, d’inverno e d’estate arrostiscono al sole, sono ben 70 cani di grossa taglia e continua così. Non crediamo di chiedere molto, ci siamo offerti per sottoscrivere oblazioni o coperte od altro, nessuna risposta. Ci chiediamo il perché? Ci saranno dei motivi. Il canile è municipale, si differenzia per questo? Si gradirebbe sapere la verità. Non ci arrendiamo. Ancora un tentativo, ci rivolgiamo a Lei dott. Lussana Massimiliano, ritenendola persona sensibile, colta e veramente civile, certi che vorrà e riuscirà a dimostrarci un minimo interessamento. Ringraziando a nome del nostro gruppo apolitico costituito da lettori, ci scusiamo per il disturbo, sperando di non ricevere ulteriori delusioni.