Cannatelli lascia il gruppo

da Milano

Nasce la divisione internazionale dell’Enel. La prevede la nuova struttura organizzativa varata ieri dall’amministratore delegato Fulvio Conti. Nella nuova divisione vengono concentrate tutte le risorse dedicate alle attività svolte all’estero nel settore della produzione e della distribuzione (finora ripartite tra le altre divisioni) e la conferma delle divisioni Mercato Italia, Infrastrutture e Reti Italia e Generazione ed Energy Management Italia. A guidare la divisione Mercato Italia, Infrastrutture e Reti non sarà più Vincenzo Cannatelli, che lascerà a fine anno l’Enel per perseguire «nuove opportunità professionali». La responsabilità della Divisione Internazionale viene assunta ad interim da Conti, che continuerà ad avvalersi di Andrea Brentan per le attività di business development e M&A. A guidare la Divisione Mercato Italia sarà Francesco Starace. La direzione della Divisione Infrastrutture e Reti Italia è stata affidata a Livio Gallo, già responsabile dell’area di business «Rete Elettrica». Alla divisione Generazione ed Energy Management è stato confermato Sandro Fontecedro. La riorganizzazione prevede, inoltre, che la funzione Corporate Strategy confluisca nella Direzione Affari Istituzionali e Regolamentari, affidata a Massimo Romano. «La Divisione Internazionale - spiega ancora la nota - ha la missione di supportare la strategia di crescita internazionale di Enel, quella Mercato Italia ha la missione di presidiare il mercato finale dell’elettricità e del gas in Italia mentre la Divisione Infrastrutture e Reti Italia ha la missione di garantire la distribuzione di energia elettrica e gas. La Divisione Generazione ed Energy Management Italia, infine, si occupa della produzione elettrica a costi competitivi».