Cannavaro-Buffon, un derby d’oro

Per il «Pallone» favorito il capitano azzurro: «Ma sarei contento anche se lo vincesse Gigi». Henry terzo incomodo

Paolo Marchi

Cannavaro, Buffon o Henry? A chi il Pallone d’oro? A Madrid giurano Cannavaro. Il 27 novembre sapremo. A favore di Buffon ieri si sono espressi Bucci («Per vincerlo da portiere devi essere un fenomeno, Buffon lo è e lo meriterebbe») e Zola («Nel 2006 Gigi ha fatto la differenza e allora, se un giocatore fa la differenza come l'ha fatta lui, non importa in che ruolo gioca»). Però in Spagna non hanno dubbi: Radio Marca nemmeno usa il condizionale e annuncia che l’ha vinto Cannavaro come capitano dell’Italia campione del mondo. Fosse così, Moggi, con il consueto stile, ha detto che «a qualcuno dovrebbe essere dato un mongolino d'argento. Però non faccio il nome di chi...».
Quattro mesi dopo la finale iridata tra Italia e Francia a Berlino, è di nuovo confronto serrato tra noi e i nostri cugini che nella capitale tedesca persero la coppa e un po’ pure la testa, e che da allora cercano ogni possibile rivincita. Ritiratosi dall’agonismo Zidane, la cui affermazione avrebbe chiuso in maniera clamorosa la vicenda della testata a Materazzi, adesso è corsa a tre tra Henry (Arsenal a Londra), Buffon (Juve) e Cannavaro (Real Madrid, ex Juve). Ha detto Cobolli Gigli, presidente della società bianconera: «È logico che io sia più tifoso di Buffon che di Cannavaro, ma a Cannavaro vogliamo bene altrettanto».
Buffon era pronosticato a inizio settimana, ora tocca a Fabio che proprio per questo così ha commentato: «Non so ancora nulla, spero che il Pallone d’Oro arrivi in Italia. Se poi a me ne sarei contento ma non so nulla, aspettiamo. Si sentono il mio nome e quello di Gigi perché quest’estate abbiamo fatto qualcosa di incredibile». Cannavaro non si sbilancia, a parte per un eventuale invito alla segretezza ricevuto dagli organizzatori che non vogliono che la premiazione perda di impatto mediatico, perché la stagione scorsa era dato vincitore del premio dell’associazione calciatori di casa nostra. Invece si piazzò secondo. Scottatosi a livello nostrano, non vuole un bis continentale.
Del successo ieri sarebbe stato informato il procuratore, con il suo assistito che ha rilasciato una lunga intervista al sito ufficiale del Real. «Sarebbe meraviglioso vincerlo. In Italia tutti parlano del Pallone d'Oro: Buffon, Cannavaro, Henry... Io so di aver giocato un buon Mondiale, so che la stagione passata abbiamo vinto il titolo (quello con la Juve, titolo poi assegnato all'Inter, ndr) e che ho giocato molto bene. Però, so pure che è molto difficile che un difensore vinca il Pallone d'Oro, però è normale che lo desideri. Sarebbe molto emozionante, meraviglioso. Un sogno, il sogno di qualsiasi bambino quando comincia a giocare a calcio è di vincere un Mondiale. Io ci sono riuscito a 32 anni, come capitano dell'Italia. Tutto è stato perfetto, un finale meraviglioso». Manca solo il Pallone d'Oro: «Vediamo cosa succede il 27 novembre quando i risultati diventeranno ufficiali. È un premio che mi darebbe molta gioia, lo hanno vinto i più grandi calciatori della storia. Ma c’è Buffon, un fenomeno. È come Ronaldinho, però tra i pali. Se lo daranno a lui è come se lo vincessi anch'io».