Cannavaro: "Ho chiesto di rimanere col gruppo"

Il capitano azzurro domani sarà operato alla caviglia e promette: "Mi dovrete sopportare fino ai Mondiali 2010". Donadoni: "In difesa Materazzi-Barzagli"

Baden - "Ho chiesto al mister di restare qui con la squadra. Mi sembra giusto dopo due anni di lavoro insieme". Lo ha detto Fabio Cannavaro all’indomani dell’infortunio alla caviglia sinistra che lo taglia fuori dall’Europeo 2008. "Resto per tifare Italia e aiutarla nei momenti di difficoltà" le parole da capitano di Cannavaro. Grande l’affetto intorno al capitano azzurro infortunatosi ieri durante il primo allenamento dell’Italia in Austria. "Ieri sono venuti tutti i compagni a salutarmi in camera". Poi ha parlato del futuro: "Mi dovrete sopportare altri due anni" il capitano azzurro pensa già al Mondiale 2010: il giorno dopo l’infortunio il difensore scherza con una battuta, alludendo alla possibilità di giocare in Sudafrica: "Stavo pensando se lasciare dopo l’europeo - ha detto il difensore della nazionale -, ora diventa una sfida arrivare al mondiale. Ma non ho temuto per la mia carriera". L'intervento ai legamenti della caviglia sinistra del giocatore è imminente: "Opererò Cannavaro qui a Vienna al più presto, probabilmente anche domani" ha detto il medico della nazionale Andrea Ferretti. Per il ritorno in campo "ci vorranno pochi mesi dopo l’intervento" ha precisato.

La nuova difesa "Stravolgere l’Italia per l’assenza di Cannavaro sarebbe stupido: per due anni abbiamo avuto Barzagli e Materazzi, e hanno fatto bene. Vedremo condizione e coesistenza, poi decideremo". Così Roberto Donadoni ha affrontato l’argomento della sostituzione del difensore della nazionale, all’indomani del suo infortunio. Escluso invece, almeno in prima battuta, un impiego di Panucci centrale: "Ho giocatori di ruolo, quella è un’alternativa. L’assenza di Fabio peserà - ha poi aggiuno il ct della nazionale, seduto al fianco di Cannavaro nella conferenza a casa Azzurri - Ma la sua decisione di restare qui fa piacere, sarà importante per il gruppo".