La cantante e i comici

S’è ritirata dalle scene perchè è una voce che può fare a meno del volto, dell’immagine. Una voce invisibile - calorosa e un po’ sprezzante - che sollecita l’immaginazione. Parliamo della voce di Mina, che in questi giorni è in vena di regali. Oggi pubblica il minicd intitolato Piccola strenna, con quattro brani incisi appositamente per il film di Aldo, Giovanni e Giacomo La banda dei Babbi Natale (nei cinema dal 17 dicembre), ripubblica Caramella in versione doppia (con l’aggiunta del minicd), e torna alla radio con il duetto Parole parole in coppia con Niccolò Fabi.(Mentre sono appena usciti tre tripli cd con le origini musicali della cantante).
Mina torna citando il grande Bing Crosby in una cover swingante di Mele Kalilimaka, brano natalizio con tanto di ukulele e chitarra hawaiiana(suonati da Giorgio Cocilovo, virtuoso che ha lavorato con tutti, da Ramazzotti a Zero) scritto nel 1949 ed entrato nell’immaginario collettivo grazie a decine di versioni, da quella di Bette Midler a quella del cantautore-giramondo Jimmy Buffett per arrivare alla giovane KT Tunstall. Mina la rivive in chiave giocosa miscelando humor e un pizzico di sentimentalismo. Cambio di atmosfera con Walking the Town, ballad che si avvicina ai toni del «brit pop» con chitarre elettriche e ritmi sostenuti. Per sottolineare una scena particolare del film, la cantante si allunga in una controllata serie di vocalizzi (in Il sogno di Giacomo), che esaltano le sue qualità espressive nonostante le recenti critiche al vetriolo di Gino Paoli. Chiude il disco una lettura da balladeuse del classico Silent Night, ma nel film c’è anche Amoreunicoamore, il pezzo già pubblicato in Caramella, e le altre musiche sono del figlio Massimiliano Pani. I due brani inediti, come il resto della colonna sonora del film, sono firmati da Massimiliano Pani e Franco Serafini. Parole parole, il duetto del 1972 con Alberto Lupo, è un brano entrato nella storia della musica leggera internazionale, interpretato da Dalida e Alain Delon e pochi mesi fa dalle Zap Mama con l’attore Vincent Cassel. Mina la rilancia domani in radio con Niccolò Fabi per ricordare Olivia, la figlia del cantautore scomparsa in luglio, a non ancora due anni. Era il brano preferito dalla bimba. Naturalmente Mina non s’è fatta vedere neppure da Fabi; (lei ha registrato a Lugano, lui a Roma), però s’è messa subito a disposizione. Voce e cuore: cosa importa apparire?