Canti della tradizione popolare, musei aperti e feste in costume

Apertura straordinaria di istituzioni e musei, concerti e spettacoli: sarà celebrato così il 2 giugno a Genova, Festa della Repubblica. In occasione del 62º anniversario dal referendum, con cui l’Italia nel 1946 passò dalla monarchia alla repubblica, sancendo l’esilio dei Savoia, tutte le istituzioni genovesi hanno deciso di festeggiare in modo unitario la ricorrenza. Ieri in prefettura, ospitati da Anna Maria Cancellieri, il presidente del consiglio comunale Giorgio Guerello e il presidente della Provincia Alessandro Repetto hanno presentato il calendario delle iniziative.
Un concerto con canti della tradizione popolare, domenica 1 giugno alle 21 al Teatro della Tosse, darà il via alla festa. Il 2 giugno, dalle 10 alle 12, le sedi di Prefettura, Regione, Comune, Provincia e Camera di Commercio saranno aperte ai cittadini, che riceveranno copie della Costituzione Italiana tradotta in dieci lingue. Musei di Strada Nuova, Museo del Risorgimento, Gam Wolfsoniana, MuMa e Palazzo Pallavicino saranno aperti dalle 10 alle 19. A Sestri Ponente, alle 15.30, una festa in costume, e alle ore 21, un concerto al Teatro Verdi. Infine, all’Archivio di Stato, il 3 giugno, la mostra «Verso la Costituzione».