In cantiere un Centro per il libro e la lettura

Istituzioni e produttori del mondo del libro, dagli editori ai librai agli scrittori, tutti insieme per promuovere la lettura. Nasce con queste premesse il «Centro per il libro e la lettura». Ad annunciarlo, ieri a Roma, il vicepremier e ministro dei Beni culturali Francesco Rutelli che in mattinata aveva incontrato a Palazzo Chigi i rappresentanti del mondo dell'editoria. Il centro potrà contare sui fondi di ordinaria amministrazione del ministero dei Beni culturali, con l'aggiunta di un fondo di 3 milioni di euro provenienti dalla Finanziaria. A presiederlo, una «personalità di spicco» scelta dal ministro. Grande soddisfazione è stata espressa, a nome anche degli altri rappresentanti dell'editoria, dal presidente dell'Associazione nazionale editori, Federico Motta: «La decisione di dare il via al Centro per il Libro, ha fatto notare - arriva a sole 5 settimane dalla riunione a Roma degli stati generali dell'editoria, dove si era posto l'obiettivo di dare vita ad una struttura forte per il sostegno al libro». Articolata e ambiziosa la mission del Centro: realizzare, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei ministri, campagne informative attraverso i media, sul tema dei prodotti editoriali e della lettura.