Cantiere «vigilato»

(...) E poi, entro marzo far approvare il progetto definitivo dalla giunta per arrivare - il 15 aprile - a sottoscrivere la convenzione e a fine maggio approvare il progetto esecutivo. I residenti però continuano a protestare. «L’operazione è assurda - afferma Cini Boeri -, è a rischio la basilica romanica più importante del mondo». «Chi vigilerà sui lavori?», continua Francesca Castelvarco, consigliere di Zona 1. Tranquillizza tutti Paolo Massari, consigliere di Forza Italia: «A vigilare ci pensano già i tecnici del Comune. I cittadini devono fidarsi di chi fa questo mestiere e dell’amministrazione che hanno votato». Accoglie la proposta di una commissione di esperti, invece, Franco De Angelis del Gruppo misto: «L’area è di particolare pregio, occorre un organo competente che vigili sui lavori». Così come occorre, al più presto, rivedere il piano parcheggi della città. «Dobbiamo metterci d’accordo con la commissione Trasporti per modificare il piano - conferma Vincenzo Giudice, presidente della commissione Lavori pubblici - individuare nuove aree di costruzione, eliminarne altre che non servono più». Per questo è già pronta una lettera bipartisan da consegnare nelle mani dell’assessore Edoardo Croci.