Cantieri Cerri, varo tecnico dell’86' Pachamama

MARINA DI CARRARA Si tratta del 12° esemplare della fortunata serie Cerri 86' Flyingsport, nata dalla creatività di Carlo Cerri, che coniuga le comodità del flying bridge con la sportività e la velocità dei grandi open

Varo tecnico, a Marina di Carrara, del motoryacht 86’ «Pachamama», ultimo nato in casa Cerri, il cantiere navale che insieme con Baglietto è saldamente nel gruppo di Beniamino Gavio. Si tratta del 12° esemplare della fortunata serie Cerri 86’ Flyingsport, nata dalla creatività di Carlo Cerri, che coniuga le comodità del flying bridge con la sportività e la velocità dei grandi open. La ripartizione interna degli spazi offre due saloni distinti sviluppati su due livelli differenti, con un’affascinante vista prospettica dal pozzetto di poppa. Oltre ai due saloni sono presenti quattro cabine (con bagno) per l’armatore e gli ospiti, due cabine (con bagno) per l’equipaggio, cucina e timoneria. All’esterno, nel pozzetto di poppa, un divano semicircolare delimita il grande prendisole e permette una confortevole seduta al tavolo da pranzo. Sul flying bridge, la timoneria esterna e comodi cuscini prendisole. A prua, due passaggi laterali consentono l’accesso a un ampio spazio prendisole e a un divano semicircolare, per grande comfort in navigazione e totale privacy anche in porto. L’imbarcazione ha un’andatura di crociera di oltre 30 nodi, con punte massime di 40 nodi.