Cantieri, un «grande fratello» anti-disagi

Una mappatura mensile della città per avere il controllo della situazione. Bruno Simini, assessore ai Lavori Pubblici di Palazzo Marino, inaugura l’era del «Grande Fratello urbanistico». Un grande occhio che vigila sulla città al servizio della città. L’innovativa idea dell’assessore è la creazione di un database unico che raccolga tutte le informazioni relative agli oltre 600 cantieri aperti in città, tra pubblici (275) e privati relative al tipo di interventi, alla durata, allo stato dell’opera. Obiettivo: ridurre al minimo i disagi e informare i cittadini di quanto succede in città. «L’informazione è parte integrante dell’opera», sostiene Bruno Simini che ha deciso che nei futuri bandi di gara saranno inserito un capitolo di spesa per la comunicazione: un tabellone elettronico affisso sulle recinzioni informerà i milanesi di tipo di intervento, stato dell’opera, durata e numero di giorni che mancano alla conclusione dei lavori.