Cantieri allo Scientifico aspettando il parafulmine

L’ultimo esempio dell’inadeguatezza negli interventi dell’ente locale competente per la sicurezza degli edifici scolastici è nel pieno centro di Roma. Siamo in via Boncompagni, a pochi metri da via Veneto, e qui ha sede il liceo scientifico Augusto Righi. Convergono qui dalla non lontana sede della Provincia 164.750 euro, destinati a rifare tutti i servizi igienici del liceo e ad adeguare l’edificio alla normativa sull’abbattimento delle barriere architettoniche. Ma anche qui, quando gli operai avranno finito di lavorare e smonteranno il cantiere, il liceo continuerà a non essere a norma per una serie di requisiti non certo secondari. Al Righi, infatti, mancano i certificati di agibilità e di collaudo statico, oltre a quelli di conformità di collaudo dell’impianto elettrico, di conformità dell’impianto idro-termo sanitario. Nessuna traccia anche della denuncia dell’impianto messa a terra. E in caso di temporali, non resta che sperare nella clemenza del fato: non c’è traccia dell’impianto per le scariche atmosferiche.