La canzoncina ispirata da tre scoiattoli toglie dai guai un compositore in crisi

Alvin, Simon e Theodore sono tre scoiattoli ben noti al pubblico americano. Al loro creatore, Ross Bogdasarian, è dedicato Alvin Superstar, un’altra favoletta con personaggi reali e cartoon, come è d’uso di questi tempi. Ma è giusto ricordare che il primo è stato Gene Kelly in Due marinai e una ragazza (1945) ballando egli stesso con il topolino Jerry. Se non si hanno più di sei anni ci si può divertire, salvo essere genitori e condividere l’allegria della prole. I tre roditori irrompono nell’abitazione di un giovane compositore in crisi e gli cambiano la vita. Ispirano la canzoncina Chipmunk Song, in realtà già ascoltata nello stupidissimo Senti chi parla adesso e diventano una formidabile attrazione canora. Una piacevole sciocchezza nella quale il protagonista è lo spaesato Jason Lee, reduce dalla comicità e dal turpiloquio senza freni di Clerks 2.

ALVIN SUPERSTAR (Usa, 2007) di Tim Hill con Jason Lee, David Cross. 85 minuti