La canzone d’autore ha trovato una ribalta

Da Daniele Sepe a Pacifico, viaggio nei «luoghi» più autentici della nostra tradizione canora

Ariela Piattelli

La scena teatrale si fa ribalta dei talenti della musica italiana d’autore: «Eliseo Notte» (al Piccolo Eliseo Teatro Studio), sei appuntamenti musicali nati dalla collaborazione del Teatro Eliseo con «L’isola che non c’era», in cui verranno presentati al pubblico le novità ed i grandi successi di alcuni tra i nomi più importanti della scena musicale italiana per dare voce alle diverse anime della canzone d'autore.
Aprirà la rassegna, arrivata alla sua seconda edizione, Daniele Sepe (mercoledì 23 novembre ore 22) che si esibirà con l’orchestra Rote Jazz Fraktion.
L’artista napoletano, che ha vinto il Premio Tenco nel ’98 con Lavorare stanca, presenterà il suo ultimo disco Una banda di pezzenti, un lavoro dedicato ai fenomeni migratori, il cui sottotitolo recita: «Tenta di suonare una musica che si chiama jazz ma nessuno sa bene di cosa si tratta».
Il 14 dicembre sarà la volta di Nada e Massimo Zamboni. Coppia già consacrata al successo e che rappresenta uno tra i sodalizi artistici più prolifici della scena musicale. I due daranno vita a un viaggio musicale intervallato da letture.
Pinomarino si esibirà l’8 febbraio. L’artista interpreterà tra gli altri brani del suo ultimo disco uscito in questi giorni Acqua luce e gas.
Il 15 febbraio sarà la volta di Pacifico, anche lui un cantautore di nuova generazione che ha riscosso successo già nella prima edizione di «Eliseo Notte».
Marco Parente, uno tra gli artisti più interessanti della scena indipendente italiana, sarà in scena il 26 marzo per presentare i suoi ultimi due lavori.
Chiuderà la rassegna il 10 maggio Mimmo Locasciulli: il cantautore abruzzese darà vita ad uno dei suoi magici spettacoli in cui convivono le sonorità jazz, blues e ragtime.
Biglietti 13 euro, info www.teatroeliseo.it.