Caos all’Esatri, da pagare 600mila multe

Seicentomila multe, datate 2002 primi mesi 2003, diventate cartelle esattoriali. In questi giorni in via San Gregorio è il caos. C’è fila per pagare. Decine di storie, ognuno la sua, decine di proteste, svariati i motivi. Ci sono anche cifre record. Tra la folla ecco un anziano alla disperazione, il suo conto è di 219mila euro, maturato in storie societarie andate male: «Come farò? Mi hanno consigliato di prendermi un avvocato». C’è chi deve pagare solo sessanta centesimi, chi ha paura di vedere «espropriata» la propria pensione. La cifra che i milanesi devono versare in questa tornata è da capogiro: 122 milioni di euro. Ma non basta, la burocrazia, inesorabile non si dimentica. Di nessuno. E già per il prossimo gennaio la città aspetta un altra raffica di vecchie pratiche rimaste in sospeso. Traduzione in cifre: le nuove «cartelle» dovrebbero essere circa 300mila. Insomma, un’altra batosta. Numerosi sono i ricorsi o i cittadini che si preparano a presentarli. Dall’associazione per la difesa dei consumatori «Telefono blu» qualche indicazione per presentare la contromossa al giudice di pace.