Caos, incidenti e scivoloni ma Milano supera la prova della prima neve

Traffico a rilento, qualche tamponamento e tanti scivoloni. Ecco il bilancio della prima giornata di neve a Milano, che è costata al Comune qualcosa come due milioni di euro.
Una cifra giustificata dai massicci interventi messi in campo per far fronte ai disagi: dalle cinque del mattino Amsa ha messo in moto circa 400 mezzi spargisale e un consistente numero di operatori. Ben 150 i vigili incaricati di dare una mano. Sulla linea 16, all’altezza di piazzale Baracca, è deragliato un tram, senza tuttavia causare feriti. Solo qualche rallentamento. Contenuti i disagi agli aeroporti di Malpensa e Linate dove, quest’anno, il piano anti neve ha funzionato meglio. Molti i tamponamenti in strada e i rami caduti dagli alberi per il peso della neve. Roberto Caputo, capogruppo del partito Socialista in Provincia, accusa: «Sono state dimenticate le periferie»