Caos primarie Pd Pisapia: "No al rinvio"

Il candidato della sinistra in corsa con Boeri e Onida: "ci siamo impegnati con i cittadini e abbiamo fissato delle regole, tra
questi impegni c’è quello della data del 14 novembre e quindi dobbiamo
rispettare la data prevista"

Le primarie a Milano non vanno rimandate. Lo sostiene Giuliano Pisapia, candidato alle primarie del centrosinistra per le comunali di Milano che ha spiegato infatti che "ci siamo impegnati con i cittadini e abbiamo fissato delle regole, tra questi impegni c’è quello della data del 14 novembre e quindi dobbiamo rispettare la data prevista". Quanto alla possibilita discesa in campo dell’ex sindaco Gabriele Albertini per Pisapia "tutti i sondaggi mi indicano come il candidato più forte contro Letizia Moratti. Penso che Albertini toglierebbe voti alla Moratti e quindi benvenga. Credo che la possibilità di vincere le elezioni milanesi sia molto concreta e che questa possibilità nei prossimi mesi si trasformerà in una certezza".

Pisapia è intervenuto poi nella polemica sugli elenchi di elettori del centrosinisra che il Pd metterebbe solo a disposizione di Stefano Boeri affermando "che mi sembra si stia trovando una soluzione, nelle regole delle primarie c’era la massima trasparenza". "La par condicio - spiega - è stata lesa ma sono certo che si supererà questo problema anche se il mio vero 'file' sono le centinaia di persone che incontro ogni giorno. Credo molto nelle primarie come metodo di mobilitazione e partecipazione e rivendico il merito di essermi candidato per primo".