Capello: «Brutte le mie squadre? Balle»

da Madrid

Fabio Capello, allenatore del Real Madrid, risponde per le rime ad Arrigo Sacchi che ieri ha detto che i madridisti con lui devono dimenticarsi di vedere il bel gioco. «Sacchi parla da fuori. Non contesto il signor Sacchi, ma è in Italia ed è possibile che non abbia visto le ultime partite del Real. Se mi disturba che si dica che con Capello non si gioca mai bene? Questa è la bugia più grande del mondo - aggiunge Capello -, perchè non si può vincere senza giocare bene. Ad ognuno piace uno stile di gioco, benchè questo dipenda molte volte dai giocatori che hai».
Capello contrariamente a quanto si possa pensare dice di perdonare quasi tutto ai propri calciatori. «Quali sono i difetti dei miei giocatori che non perdono? Perdono quasi tutti, tutto il mondo può sbagliare, ma quello che meno mi piace è la mancanza di rispetto. Questo non lo tollero. Ognuno deve svolgere il proprio lavoro e bisogna essere rispettosi con la gente che lavora. Quello che più mi irrita è quando non c'è rispetto con la gente che lavora con noi. Il caso Cassano? È un argomento superato. Lui sa quello che deve fare». Glielo ha detto lei? «No, ma lui lo sa».
E Ronaldo sa quello che deve fare? «Sta provando, ma ancora gli manca qualcosa. Movimento, velocità».