Capigruppo in rivolta: «Coinvolgeteci di più»

Un maggior coinvolgimento dell’aula Giulio Cesare e un diverso metodo di confronto all’interno del centrosinistra capitolino. Questi i nodi principali affrontati nell’incontro che i capigruppo della maggioranza in consiglio comunale hanno avuto ieri con il sindaco. «Il consiglio comunale deve tornare a essere un luogo di discussione e di confronto, non un semplice organo di ratifica di decisioni già prese altrove - spiega Adriana Spera, capogruppo del Prc -. È inoltre necessario che si tenga conto dell’opinione di tutti i singoli partiti prima di prendere provvedimenti in giunta».
Per questo è stato deciso che si terranno periodicamente riunioni di maggioranza in cui trovare una sintesi di tutte le posizioni. Due di queste sono già in calendario. «Nei prossimi giorni - dichiara Pino Battaglia, capogruppo dell’Ulivo - avremo col vicesindaco due incontri: uno sull’Urbanistica e un altro sul Bilancio, a cui parteciperanno anche i rispettivi assessori». A fine gennaio, dopo la sessione di Bilancio che presumibilmente quest’anno si concluderà solo all’inizio del nuovo anno, è in programma una riunione della giunta al completo con tutta la maggioranza e non solo con i capigruppo, per mettere a punto l’agenda politica complessiva. Non è invece stato trovato nella riunione di ieri il nome del coordinatore della maggioranza. Secondo qualcuno dei presenti, il sindaco avrebbe solo espresso il desiderio che «sia scelto il prima possibile». Ma difficilmente gli otto gruppi consiliari che formano la maggioranza riusciranno a tradurre in azioni concrete i buoni propositi espressi nell’incontro di ieri, arrivando in fretta a quella decisione.\