La capitale americana della stupidità

Lo dice uno studio scentifico: ad Alpine c’è una percentuale di «stupidi» molto più alta di quella del resto degli Stati Uniti d’America. La più alta. Alpine è una cittadina del Texas che pochi conoscono. La celebrità l’ha avuta l’anno scorso per colpa di un suo abitante, Larry Sechrest, professore universitario. Nel 2004 questo docente della Sul Ross State University - che ha sede proprio ad Alpine - ha scritto un saggio sulla rivista Liberty. Il saggio si chiama: A strange little town in Texas. La tesi, documentata, di Sechrest è la seguente: Alpine è la città più stupida d’America. L’esordio del professore è stato convinto: «Gli studenti della Sol Ross sono genericamente abitanti di questa città e sono senza dubbio ignoranti, e, sinceramente, stupidi». La ricerca del docente ha incrociato i dati relativi ai risultati scolastici e i quozienti intellettivi della popolazione di Alpine, confrontati con quelli della stessa contea e poi con quelli di tutte le contee americane. Il risultato è soprendente: «Ad Alpine il 42% della popolazione ha un quoziente intellettivo inferiore alla media nazionale. Una percentuale, che in rapporto alla popolazione, in nessuna città di tutti gli Usa viene toccata».