Il capitale femminile di Karl Marx

«Dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna»? Nel caso di Marx le donne importanti furono: la madre Henriette, la moglie Jenny von Westphalen, le figlie Jennychen, Laura ed Eleanor detta Tussy e, infine, Helene Demuth detta Lenchen, la domestica con cui ebbe una relazione (e un figlio). Partendo da loro, Mario Pancera in Le donne di Marx (Rubbettino, pagg. 108, euro 10) vuole «avvicinare i lettori alle biografie (sono numerose e alcune di notevole valore) dei personaggi di casa Marx e dintorni, ma anche alla loro attività, ai testi che ci hanno lasciato e che in buona parte, nel bene e nel male, hanno contribuito a dare una svolta al mondo, traghettando dal secolo dei lumi a quello del nucleo e navigazione nell’universo».