LA CAPITALE DEL GUSTO

Il primo fu quello dell’Hassler, che nacque nel 1956 e ora si chiama Imago Ma ce n’è davvero per tutti i gusti

Tetti, cupole e la «sorpresa» di antichità e monumenti. Uno dei modi migliori per ammirare le bellezze capitoline è dall’alto, gustando i sapori di una altrettanto alta cucina, sfruttando, complici, le belle serate estive, roof garden e terrazze di ristoranti. Gli indirizzi non mancano, a cominciare dai grandi alberghi. È dell’hotel Hassler il più antico ristorante panoramico di Roma - fu inaugurato nel 1956 - che ha festeggiato il suo cinquantesimo anniversario con un restyling: Imàgo il nuovo nome (piazza Trinità dei Monti 6; 0669934726). Aperitivi, pranzi, cene e wine bar con vista sulle terrazze del Palazzetto (vicolo del Bottino 8; 06699341000). Classico per innamorati e non solo l’appuntamento a Les Etoiles, all’ultimo piano dell’hotel Atlante Star (via Vitelleschi 34; 066873233), con ricette regionali rivisitate all’insegna della creatività. Ristorante panoramico e roof garden pure all’hotel Forum che punta sulla cucina romana con contaminazioni internazionali (via Tor de’ Conti 25; 066792446). Tartare di tonno con capperi di Salina e Crudo di spigola marinato con insalata di finocchi e arancio sono alcune specialità del Mirabelle allo Splendide Royal (via di Porta Pinciana 14; 0642168838). Si chiama Hi-Res - High Restaurant - la terrazza dell’hotel Valadier, che vanta una ripartizione per sapori, dal Tartare Bar, riservato ai crudi, al Wok Corner per ricette fusion, senza dimenticare i grigliati di Fry-Top (via della Fontanella 15; 063212905). Panorama e gusto si sposano all’Olimpo, roof garden del Bernini Bristol (piazza Barberini 23; 06488931). Settimo piano per le due proposte del Radisson (via Turati 171; 06444841): Zest e Sette, quest’ultimo nei pressi della piscina, entrambi con menù di tradizione italiana. Punta sulla fantasia degli accostamenti la terrazza dell’hotel Eden (via Ludovisi 49; 06478121). Vista mozzafiato con la colonna sonora di un pianoforte a coda alla Cesta del Grand Hotel La Minerve (piazza della Minerva 69; 06695201). Si chiama proprio Le Terrazze il ristorante del Nova Domus (via Savonarola 38; 06399511). Si affaccia sui Fori il roof garden del Gladiatori (via Labicana 125; 0677591380). Su Santa Maria Maggiore la Terrazza dei Papi del Mecenate Hotel (via Carlo Alberto 3; 0644702024). Su Santa Maria della Pace il roof garden Bramante del Raphael (largo Febo 2; 06682831). Atmosfere da Dolce Vita per quello del Palace (via Veneto 70; 06478711). Domina l’Esquilino il ristorante del Diana, ideale per spuntini leggeri (Via Principe Amedeo, 4; 064827541). Ancora alberghi e terrazze ma immerse nel parco al Giardino dell’Uliveto del Cavalieri Hilton (via Cadlolo 101; 0635092055) e al De Russie (via del Babuino 9; 0632888870).
Non solo hotel. È un vero e proprio belvedere, non a caso affollatissimo per andare a caccia di stelle la notte di San Lorenzo, il ristorante e pizzeria Lo Zodiaco (viale del Parco Mellini 88; 0635496744). Ai Parioli è stata da poco inaugurata la terrazza di Molto (viale Parioli 122; 068082900) che punta su carne e girarrosto per sapori «molto» italiani. Gusto mediterraneo in quella del Sant’Elia (via di Sant’Elia 13; 0680690295). A Testaccio appuntamento all’ultimo piano del Joia con una cucina «rassicurante e creativa» (via Galvani 20; 065740802). Ricercati i piatti di Consolini (via Marmorata 28; 0657300148). All’Eur lo storico Fungo (piazza Pakistan 1; 065921980). Si mangia ai piani alti anche alla Casina Valadier (piazza Bucarest; 0669922090) e da Checco al 13 (Via Aurelia 1249; 0666180040). A Cinecittà, guarda verso i Castelli la Terrazza Romana (via Francica 24; 0679811462). Per «gustare» Roma con occhi e palato.