LA CAPITALE DEL GUSTO

Nel Lazio sono particolarmente pregiati quelli prodotti a Montalto di Castro e a Canino Ecco come sceglierli

Ad Arezzo c’è Medoliva

con otto produttori laziali.
Ci sono otto produttori del Lazio tra quelli presenti dal 17 al 19 maggio a Medoliva, la Fiera dell’livo Mediterraneo che si terrà al Centro Affari di Arezzo. Un evento importantissimo, perché rappresenta l’«oro verde» a 360 gradi, in tutti gli aspetti della filiera, con un’area dedicata ai macchinari e alle attrezzature e momenti per gli impianti, la coltivazione, la raccolta, la trasformazione e lo smaltimento dei reflui. Ma l’aspetto più importante di Medoliva è chiaramente quello della produzione di qualità, con i migliori produttori di Italia, Spagna (Paese ospite d’onore e partner con la Regione Andalusia e la Provincia di Jaèn), Grecia, Francia, Croazia, Palestina, Israele, Albania, Malta e Cipro e molti altri Paese. Gli otto produttori del Lazio rappresentano da parte loro i territori maggiormente vocati all’olivicoltura della regione: la Sabina (quattro aziende: Silvia Sabina Sapori, Sole Sabino, La Mola e Laura Fagiolo), la Tuscia (Società agicola Colli Etruschi), la provincia di Latina (Cetrone), la Ciociaria (Marcella Giuliani) e la provincia di Roma (Quinzio Antonelli). Etichette selezionate che ad Arezzo andranno a costituire il Club degli Oli extravergine del Mediterraneo. Particolarmente interessante per i visitatori sarà lo spazio «Cooking for Olive Oil» che prevede una serie di performance di chef emergenti e la premiazione del concorso Giovani chef dell’Italia Centrale, al quale concorrono anche tre cuochi romani: Riccardo Di Giacinto di «All’Oro», Marco Gallotta di «Primo al Pigneto» e Maria Luisa Pulicati de «L’Oste della Bon’Ora» di Grottaferrata.