LA CAPITALE DEL GUSTO

È Ponte Milvio una delle nuove mete della movida enogastronomica romana. Il quartiere in pochi mesi si è, infatti, trasformato in un vero food district, capace di soddisfare esigenze diverse, da aperitivo a dopocena e take away, in un rincorrersi di locali che stupisce per qualità e quantità, attirando gli amanti del mangiare - e bere - bene. Si comincia alle 19 per un cocktail. Uno degli indirizzi più noti è il chioschetto antistante il Ponte. Più recente, ma già di richiamo, l’antagonista Rosy e Bruno, sul lato sinistro del piazzale dov’era il mercato, che accompagna alcolici e analcolici con abbondanti stuzzichini. Il Caffè Ponte Milvio, aperto pure a colazione, è affollatissimo per l’happy hour, tra birre alla spina e focacce (piazzale Ponte Milvio 44; 063333461). È una filosofia di vita - e ospitalità - quella di Jarro il quattordicesimo, piccolo locale con buona scelta di vini italiani e stranieri, birre e prodotti griffati dal locale stesso: Jarro era il nome d’arte di Giulio Piccini, critico e gastronomo, che di sé scrisse «Jarro visse felice e allegro tra i suoi arcigni contemporanei e si adoperò a rendere felici i suoi simili». Il locale punta a seguirne le orme (piazzale Ponte Milvio 32; 3387079573). Sull’altro lato della piazza, Amoroma dedica grande attenzione a prodotti regionali e piatti «espressi» (piazzale Ponte Milvio 5; 0697274015). Chi va a caccia di sapori ricercati, a partire da salumi e formaggi, non trascurerà il wine bar Peccati di Gola (via Flaminia vecchia 454; 0633225331).
Varie le proposte per la cena. Cucina romana al Grappolo d’Oro (viale Tor di Quinto 33; 063333780) e al Ponte Mollo Cafè (viale Tor Di Quinto 11; 063333608). Davanti a Ponte Milvio, Gli Specialisti è bisteccheria e pizzeria (p.le Ponte Milvio 2; 063338807). La pizza si gusta pure alla trattoria storica - dal 1820 - Pallotta (p.le Ponte Milvio 22; 063334245). A farla da padrona per cena e dopocena è via Flaminia vecchia, in un susseguirsi di tavoli e profumi che corre quasi di civico in civico. Ad aprire sono i sapori del giapponese Enso, anche a portar via (piazzale Ponte Milvio 33; 0633221175). L’eleganza è regina alla Vigna dei Cardinali, cult per cerimonie (piazzale Ponte Milvio 34; 063333500). Stesso civico per Met, che rilegge la cucina mediterranea in modo light, tra pesce, sushi corner, pizza e, da ottobre, emporio dedicato ai cinque sensi (p.le Ponte Milvio 34; 0633221237). Creatività con tocchi fusion da Dulcamara, da pranzo a cena, da merenda a dopocena (via Flaminia vecchia 449; 063332108). All-in-one pure al Rerè, con ricette elaborate, dalla dadolata di filetto alla fonduta di Castelmagno fino alla torta di cioccolato al peperoncino (via Flaminia 475; 063340483). Luci soffuse, musica lounge e piatti stuzzicanti sono la formula del Papeth, wine e cocktail bar (via Flaminia 491; 063332425). La carne argentina è una delle specialità del vicino Voy (via Flaminia 496; 0633222179). Proseguendo si incontrano due indirizzi dedicati alla tradizione: CasaTua al 495 (0633219537) e lo storico Buchetto al 500 (063333438). Al 520 nell’hotel River Chateau, ma con ingresso indipendente, c’è Ziro (063340616), gusto partenopeo tra piatti di terra e mare. Andando verso Corso Francia, al 511 il Cassamortaro Caffè, che rilegge la cucina classica in chiave contemporanea (063332528). E al 521 pizze e pagnottielli sono i punti di forza di Rossopomodoro (0645433423), al 527 bistecca regina da T-Bone Station (063333297). Si mangia «fast» e all’americana al Crazy Bull (via Riano 1; 063338432). Atmosfera intima, con piatti elaborati, al Dinner, fresco di ristrutturazione (via Di Giorgio 13; 0633221709). Cucina romana al Quinto Quarto (via della Farnesina 13; 063338768). La serata si chiude in dolcezza con i gelati di Mondi, dai gusti classici ai più originali, come Ficuzzo, con fichi e ricotta (via Flaminia vecchia 468; 063336466). A fargli concorrenza Il Pellicano (piazzale Ponte Milvio 19; 063333734) che ricopre coni e coppe con cioccolato fondente o bianco. E per chi preferisce cenare a casa il take away nipponico Daruma Sushi (via Flaminia vecchia 464; 063336818) e l’enoteca Cantinetta, con servizio di chef e sommelier a domicilio (via della Farnesina 101; 0636298139). E la crescita golosa della zona non si ferma. In queste ore a Ponte Milvio apre Aristocampo, «esportato» da Campo de’ Fiori, piazza simbolo della movida capitolina, in un ideale passaggio di testimone.