Capitalia, Abn rimanda tutto al 2008

Abn Amro rinvia di un anno ogni decisione su Capitalia mentre la fiducia del patto a Cesare Geronzi sancisce di fatto la permanenza al vertice del banchiere che già una volta ha rifiutato le profferte del socio olandese. Abbastanza per sgonfiare l’attesa per un matrimonio a breve della banca romana che, complici i giudizi negativi di Cheuvreux e Ixis, ha ceduto il 2,29% a 6,96 euro in Borsa. A Padova nel frattempo, il numero uno di Abn, Rijkman Groenink (primo socio di Capitalia con 8,5%) ha aggiornato il calendario indicato solo un mese fa. «Cosa fare con Capitalia lo decideremo alla scadenza del patto a ottobre 2008»- ha osservato Groenink. «La nostra strategia in Italia c’è già ed è quella di far crescere Antonveneta in modo organico o tramite l’acquisto di reti e sportelli, primi fra tutti quelli in eccesso di Intesa Sanpaolo o piccoli istituti».