Capitan America Ora il supereroe deve nascondere la sua identità

Per un supereroe che, più di ogni altro, incarna la lotta per un’idea liberale della vita può sembrare, come minimo, un affronto dover nascondere il proprio nome per non turbare il comune sentire e, in questo caso, vedere di chi frequenta le sale cinematografiche. Eppure, Capitan America, semplicemente Cap per amici e lettori che lo adorano, dovrà fare di necessità virtù ed uscire, quasi in incognito, con il suo film celebrativo, prossimo al debutto.
Il 22 luglio, arriverà, infatti, nei cinema Capitan America - Il primo vendicatore, ma il titolo non sarà così per tutti. Con un occhio agli incassi ed uno ai sentimenti, Paramount Pictures e i Marvel Studios, distributori e produttori del film, hanno pilatescamente investito i corrispondenti locali nella scelta del titolo da proporre in ogni singola nazione. È una regola, sia chiaro, ma un conto è stravolgere completamente il nome della pellicola (in Italia, purtroppo, siamo maestri in questo con traduzioni bizzarre), un altro è camuffarlo cancellando, di fatto, la sua carta di identità a stelle e strisce nei paesi dove l’antiamericanismo potrebbe indurre a disertare la visione. Così, in Russia, Corea del Sud e Ucraina, il film si intitolerà semplicemente Il primo vendicatore, bandendo il riferimento al nome patriottico del supereroe protagonista. La scelta, fa sorridere, perché c’è da chiedersi cosa faranno quando sullo schermo comparirà l’eroe con il suo costume che è un chiaro riferimento alla bandiera americana. Lo copriranno?
Del resto, Capitan America è il simbolo della lotta statunitense al totalitarismo. Steve Rogers, vero nome di Cap, ha esordito nel 1941, in pieno conflitto bellico, con una copertina nel quale tirava, yankee impavido ed eroico, un pugno nei denti ad Hitler; lo stratagemma portò ad un milione di copie vendute.
Per uno che non è mai sceso a compromessi, al punto di pagare la sua coerenza con la propria vita (tranquilli, è risorto da buon eroe Marvel) tocca uscire come un signor qualunque. No, questo a Capitan America non dovevano proprio farlo.