Capitan Futuro vede l’Europa «Se si gioca battiamo il Napoli»

«Sono sicuro che una soluzione si troverà». Mimmo Criscito ostenta ottimismo sulla possibilità che lo sciopero dei calciatori alla fine venga revocato. Ma la decisione se giocare o meno nel prossimo week - end, ieri sera non era ancora stata presa con la possibilità che un accordo si sia raggiunto a tarda notte.
Capitan futuro vorrebbe scendere in campo. Vede Napoli (lui nativo di Cercola) e muore dalla voglia di batterlo. «Troveremo una squadra in salute. Contro il Palermo li ho visti fare una grande partita. Per noi sarà un banco di prova impegnativo, ma siamo più forti del Napoli». Mimmo Criscito lancia il guanto di sfida al team di Mazzarri, balzato al terzo posto dopo la vittoria in zona Cesarini contro il Palermo. Il difensore della Nazionale carica i compagni in vista di una sfida che potrebbe rilanciare le ambizioni rossoblù in chiave europea. «Sono convinto che il Genoa abbia i mezzi per arrivare in alto e puntare a un posto in Europa. Vincere a Lecce ci ha trasmesso una grande carica. Prendere gol a dieci secondi dall'intervallo poteva tagliarci le gambe. Nello spogliatoio ci siamo detti che la gara era alla nostra portata e dovevamo reagire. Così è stato».
Lecce, svolta della stagione? «Prima eravamo meno sicuri delle nostre forze. - dice Criscito - Adesso che abbiamo ritrovato il gol, per noi inizia un nuovo campionato. E Toni ci darà una mano a salire ancora più in alto». Il terzino rossoblù deve però stare attento a non subire un'ammonizione contro Cavani e compagni, essendo diffidato. «Ma non mi farò condizionare. In campo non ci si pensa». Pericolo giallo, pericolo doppio. Anche su Dainelli pende la spada di Damocle della diffida. Dubbio Veloso: ieri Miguel si è allenato a parte per i postumi di una botta al ginocchio, eredità della gara con il Lecce. Le sue condizioni verranno valutate meglio oggi.
Intanto Criscito spende parole di elogio per il nuovo tecnico: «Ballardini si è ambientato benissimo e noi gli abbiamo dato una mano. Tatticamente per me non è cambiato molto. Gioco come in Nazionale. Anche Gasperini mi chiedeva di tornare indietro». Di tutto questo ieri capitan Futuro ha parlato a margine dell'iniziativa presentata dal Genoa e da Costa Crociere nel quartier generale della compagnia crocieristica: Genoa summer camp a bordo di Costa Serena. Una scuola calcio itinerante che la prossima estate coinvolgerà 100 ragazzini di età compresa tra 8 e 14 anni per una settimana. Mimmo Criscito, prodotto della scuola calcio rossoblù, in veste di testimonial rivela: «Io mi allenavo sulla terra. Giocare a pallone su una nave non mi è mai capitato». Capiterà invece ai ragazzi che parteciperanno al Genoa summer camp a partire dal 19 giugno. Durante il viaggio si terranno sei sessioni di allenamento nei campi delle città toccate da Costa Serena: Savona, Napoli, Catania, Tunisi, Barcellona, Marsiglia. Nel corso della crociera saranno organizzate lezioni in aula per affinare le doti calcistiche con un team di allenatori del Genoa e prove «pratiche» sul campetto a bordo della nave. Costa Crociere seguirà anche la Genoa Values Cup, la rassegna calcistica dedicato alle scuole medie genovesi, organizzata dal Genoa in collaborazione con il settore giovanile della Figc. L'istituto vincitore riceverà da Costa una fornitura di attrezzature sportive. Finalissima prevista il 16 maggio a Savona.