Capitan Volpi fermo tre settimane

Una Sampdoria dottor Jeckyll ad mr. Hide, cinica e determinata a Marassi, intimorita lontano da Genova. Questa l'analisi di Walter Mazzarri due giorni dopo la sconfitta di Roma contro la Lazio di Delio Rossi. Un problema che si ripropone spesso in questo campionato dove i blucerchiati, nelle partite esterne hanno raccolto solo 7 punti in 11 gare: «Anche domenica siamo mancati in convinzione e cattiveria, rischiamo di dare per scontate certe cose - spiega l'allenatore dei doriani -. Caliamo in attenzione, sbagliamo in cose facili proprio perché siamo convinti di non sbagliare. Faccio riferimento in particolare al secondo gol preso: era un momento della gara in cui pensavamo di non subire e, per leggerezza ed una carenza d'attenzione, ci siamo fatti fregare. Certe partite vanno giocate fino al 95'».
Dopo la partita dell' Olimpico in molti si aspettavano la convocazione in azzurro per Antonio Cassano, chiamata che Donadoni ha preferito rinviare. Scelta che Mazzarri concorda: «Ha un valore particolare che non si può mettere in discussione - ricorda il tecnico -. Convocarlo non è tentare un esperimento: Donadoni ha ragione, Antonio deve continuare così, limare la sua esuberanza e trovare maggiore continuità. State certi che quando rientrerà in Nazionale non uscirà più».
Intanto è cominciata la preparazione in vista della gara di domenica contro il Napoli alla quale non parteciperà Sergio Volpi, per lui elongazione del grande adduttore della coscia destra, in soldoni, stiramento e probabile stop per le prossime tre settimane: niente derby per il capitano blucerchiato. Nei prossimi giorni si tenterà il recupero anche per Lucchini e Sammarco, mentre Kalu è rientrato in gruppo, «gli infortuni arrivano sempre a dare fastidio, anche quando si ha una settimana per lavorare - commenta sconsolato Walter Mazzarri -. Giocheremo contro una squadra molto pericolosa che contro l'Udinese mi ha sorpreso. Ma, almeno a Marassi, sono convinto del carattere dei miei ragazzi».
Sul capitolo plusvalenze, ieri Milan e Inter sono state deferite, sulla posizione della Sampdoria, che è stata stralciata insieme a quella di Parma e Chievo Verona, si chiedono nuovi accertamenti.