Il capo della Dda: «Provenzano non ha successori»

Un nuovo capo di Cosa nostra che avrebbe già preso il posto di Provenzano? A questa ipotesi non crede il capo della procura nazionale antimafia, Piero Grasso. «Non penso che ci sia un nuovo capo» ha detto Grasso nel corso di un incontro con la stampa estera, esprimendo invece la convinzione che l'organizzazione mafiosa, dopo la cattura di Provenzano «abbia un momento di stasi e di crisi». «Non capisco perché ci si preoccupa tanto della sostituzione di Provenzano e non altrettanto della mia alla procura di Palermo» ha aggiunto, riferendosi al fatto che il Csm non ha ancora nominato il suo successore.