Il capo dei vescovi tedeschi: «Volevo diventare padre»

Friburgo (Germania). Dopo aver scatenato polemiche accese, in Germania e non solo, per aver definito il celibato «non necessario» e aver aperto uno spiraglio ai preti sposati e omosessuali, il nuovo presidente della Conferenza episcopale tedesca, monsignor Robert Zollitsch, aggiunge carne al fuoco. In un’intervista pubblicata dalla Bild am Sonntag, rivela che sarebbe diventato volentieri padre.
«Quando ero studente ero innamorato di una compagna di classe e vedevo bene per me un matrimonio e una famiglia. Sarei volentieri diventato padre - dice -. Non avere propri figli è di per sé una rinuncia. Ho dovuto provare questa rinuncia su me stesso, per poter essere disponibile nei confronti di molte persone».
L’arcivescovo di Friburgo spiega anche le ragioni che lo convinsero a prendere i voti: «Fu una decisione assolutamente razionale: volevo aiutare altri uomini a condurre una vita nella fede e senza peccato». Monsignor Zollitsch riconosce di avere qualche modesto «vizio» personale: «La sera ascolto musica di Mozart e Haydn, leggo e bevo un bicchiere di vino rosso».