Il capo della polizia morale trovato nudo in un bordello

Il capo della polizia di Teheran, Reza Zarei, a cui era affidato il delicato compito di «moralizzare» la città, è stato arrestato, dai suoi stessi agenti, nudo in un bordello in compagnia di sei prostitute. A ordinare l’irruzione nel bordello sarebbe stato l’ayatollah Mahmoud Hashemi Shahroudi, il capo dell’autorità giudiziaria. Nell’ultimo anno Zarei era stato incaricato di far rispettare il codice di condotta islamico alle donne, con lo scopo di «moralizzare la città» di Teheran.