Capo-ultrà di Pianura indagato a Bologna

Dario Di Vicino, capo del gruppo ultras napoletano «Niss» (Niente incontri solo scontri), già coinvolto negli scontri di Pianura, è uno dei tre ultrà per cui il pm di Bologna Valter Giovannini ha chiesto il rinvio a giudizio per lo scontro con i supporter della Ternana avvenuti il settembre scorso nell’area di servizio di Roncobilaccio; scontro per il quale un tifoso della Ternana, colpito con un estintore, perse la milza. Di Vicino sarebbe quello che all’interno dell’Autogrill, vedendo arrivare il pullman dei ternani, ordinò l’attacco: «Fuori! Fuori! Compatti!». Inoltre vi sono sue fotografie con un estintore in mano.