Capodanno 2006, ha vinto la pioggia

È stato un Capodanno tutto sommato tranquillo quello vissuto da Roma e da tutto il Lazio. Abbastanza affollate le feste in piazza organizzate in piazza della Repubblica, al Quirinale e al Pigneto, malgrado la pioggia battente. Rispettata anche la tradizione dei botti, con un bilancio piuttosto pesante di feriti, per fortuna nessuno particolarmente grave. Capodanno bagnato per i tre emuli di «mister Okay» che, come ogni 1° gennaio, si sono gettati nel Tevere da Ponte Cavour, e per i 135 temerari che ad Anzio e Nettuno hanno sfidato il freddo facendo un bagno in mare fuori stagione. Corsa contro il tempo tra Vittoria e Brent per il platonico titolo di primo nato.