Capodanno, litiga con la moglie sfascia un’auto e finisce in cella

Se qualcuno pensa di avere iniziato male il nuovo anno si consoli pensando al signor B., un tranquillo quarantenne con tre figli che di mestiere guida le ambulanze. Per lui il brindisi di mezzanotte si è trasformato in un incubo, iniziato litigando con la moglie, proseguito in una cella di sicurezza e terminato solo all’una di ieri nell’aula del tribunale dove si tengono i processi per direttissima. Tutta colpa di una Citroën Xsara dal colore troppo comune.
Nei mattinali della Questura di Capodanno l’arresto di B. figurava come un trascurabile arresto per «tentato furto a bordo di autovettura». La realtà, invece, è al tempo stesso più innocente e più drammatica, come ha ben capito il giudice (...)