Come cappottarsi dalla gioia alla tavola di Vinciguerra

Quanto è golosa la cucina di Ilario Vinciguerra, 32enne cuoco napoletano trasferitosi sulle colline a ridosso del lago di Varese, in quello che a Galliate Lombardo è sempre stato il circolo bocce e bisbocce del paese e che con lui ha preso tutt’altra piega. L’Antica Trattoria Monte Costone, 0332. 947104, chiuso martedì, è il presente di un talento che cresce in qualità anno dopo anno.
Il posto, i cui ambienti non riflettono in pieno l’aria scanzonata del patron, merita tutto il tempo che uno può ritagliarsi. Guai avere fretta, guai imitare quei cretini che rombano sull’autostrada per arrivare cinque minuti prima sui laghi (o non arrivarci mai).
Da Ilario ecco un menù dei sapori a 60 , uno più articolato a 70 e quello sorpresa a 80, per il quale bisogna mettersi nelle mani del cuoco, e se volete scattare foto dei piatti, chiedete il permesso. Si cappotta per lo Spiedino di scampo e gelato di senape, i Paccheri al forno ricotta e sauté di mare, il Piccione fichi e bitter Campari, il Sandwich di tonno e birra.