Capuano: «L’asse con Londra offre altre opportunità»

Il 2007 è stato l’anno del definitivo salto internazionale di Borsa Italiana che a gennaio compirà 200 anni di storia; nel 2008 ricorrono anche i 10 anni di costituzione di Borsa Italiana Spa e il trentennale di Monte Titoli. L’asse con Londra è un’operazione di «portata storica» per la finanza italiana, ha commentato l’amministratore delegato di Borsa Spa, Massimo Capuano, rimarcando come la nascita della superbosa anglo-italiana coroni «l’intensa attività internazionale svolta con tenacia» da Milano negli ultimi anni. «Le opportunità da cogliere nel prossimo futuro - ha proseguito il top manager - sono ancora molte e il nuovo contesto, che vede Borsa Italiana integrata con il London Stock Exchange, ne accresce la vocazione globale aprendo al sistema finanziario e economico italiano un accesso privilegiato a uno dei maggiori centri finanziari mondiali».