«Car Company Drive» mette le aziende al volante

Far incontrare domanda e offerta è l'obiettivo di ogni evento congressuale e fieristico, quello primario dei saloni per quanto riguarda l'automobile. Obiettivo ancora più ambizioso è quello di far interagire il pubblico con gli espositori e gli altri soggetti coinvolti nell'evento. «Car Company Drive», dopo l'edizione 2012, può già dire di averli centrati entrambi. Organizzata da Gl events (gruppo che organizza il Motor Show di Bologna) e da Econometrica, editrice di Auto Aziendali Magazine, la seconda edizione di «Company Car Drive» si svolgerà, quest'anno, all'autodromo di Monza, il 17 e 18 aprile, ancora con il patrocinio di Aiaga, associazione che riunisce fleet manager e gestori di parchi aziendali italiani, i «clienti», insomma, che hanno permesso al mercato italiano dell'auto di sopravvivere nella lunga crisi che stiamo vivendo.
Specializzazione e creatività sono alla base del successo della prima edizione, svoltasi nel 2012 all'autodromo di Vallelunga (Roma), dove 416 fleet manager (per loro anche quest'anno la partecipazione è gratuita) hanno seguito i seminari e le prove in pista, su percorsi safety e in fuoristrada con grande entusiasmo e partecipazione (al termine del secondo giorno il contatore dei test si è fermato a quota 2.660).
Questo eccellente consuntivo ha stimolato le case assenti nel 2012 a non mancare quest'anno e la lista degli espositori, nei box e nel paddock dell'autodromo, è quindi lunga: Abarth, Alfa Romeo, Audi, Bmw, Citroën, Dacia, Fiat, Ford, Hyundai, Infiniti, Jaguar, Jeep, Lancia, Land Rover, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Porsche, Renault, Seat, Skoda, Smart, Volkswagen e Volvo: generalisti e premium riuniti a confermare il ruolo sempre più importante delle vendite flotte.
La lista delle novità proposte, alcune in prima nazionale, da vedere toccare e guidare, si allunga giorno per giorno, ma saranno le gamme nel loro complesso a proporre ai manager e ai gestori delle flotte l'esperienza unica di confronto e test che «Company Car Drive» può offrire. La formula dell'evento prevede (dopo un safety briefing che sarà ripetuto a ciclo continuo), la guida su sei percorsi per evidenziare le peculiarità, gli atout, di ogni singolo modello: si guiderà in pista, su un percorso country, su uno stradale e in particolari esercizi di guida sicura per valutare l'efficacia dei dispositivi di sicurezza attiva montati.
All'intensa attività esterna se ne affiancherà un'altra indoor che prevede vari seminari e le presentazioni delle case costruttrici e delle aziende espositrici che propongono servizi e soluzioni per le flotte (anche queste numerose con Arval, Automotive Service, Car Server, Yokohama, Cobra, Eni Gas&Power, Fleet Support, GE Capital Services, Leasys, Provoco, The Knowledge Team).
Il programma dei seminari, organizzati da Aiaga, Econometrica e Fondazione Alma Mater dell'Università di Bologna, abbraccerà molte tematiche tra cui, per esempio, la sicurezza e la salute del driver aziendale.
Al termine della seconda giornata verranno assegnati i «Fleet Italy Awards» ai migliori progetti (già sviluppati e dei quali siano stati verificati i risultati) presentati da singoli manager e da team aziendali per l'innovazione nella gestione di una flotta.