Cara, sono Abramovich e ti regalo la luna...

Il miliardario ha donato alla futura sposa Daria 100 acri di suolo lunare per farsi perdonare dopo il rinvio del matrimonio<br />

Classe. Magari gli avrà cantato «non voglio mica la luna», come Fiordaliso. Magari gli avrà chiesto mari e monti. Magari era solo di luna storta. Ma quando si è fidanzate con un miliardario come Roman Abramovich, bisogna essere pronte a stupirsi. Per esempio quando ti regalano 100 acri di luna. Un dono incantevole e – va da sé – costoso. Un pensiero per farsi perdonare il rinvio del matrimonio, slittato a causa della crisi economica che ha colpito l’impero del magnate russo. Romanticismo dell’altro mondo.

Affari. Secondo il sito internet rumeno Glomu, il presidente del Chelsea avrebbe regalato a Daria “Dasha” Zhukova la porzione del nostro satellite che va da 20-24 latitudine sud a 30-34 longitudine ovest. Ovviamente non si è presentato alla boutique in centro con l’American Express, ma si è rivolto all’organizzazione The Lunar Embassy, l’azienda ideata da Dennis Hope nel 1980. Una volta assicuratosi i diritti di proprietà sulla superficie di Luna, Marte e Venere, ecco assicurato il business per tre milioni di acquirenti. Tra questi anche Tom Cruise, John Travolta e l’ex presidente Jimmy Carter hanno voluto assicurarsi una porzione di satellite. Perché un diamante sarà per sempre, ma la luna un po’ di più.

Precedenti D’altronde, Abramovich non è nuovo a gesti del genere. A Dasha, oltre a varie opere d’arte e a una villa ad Aspen, ha già regalato una lussuosa tenuta a Skolkovo, fuori Mosca, con annessa scuderia e campo da calcio. Senza contare la sua flotta di 5 yacht e la rosa di decine di calciatori per il suo Chelsea. Gioielli a modo loro.