Carabinieri su Facebook invece di indagare E l’Arma scollega i pc

Troppo tempo sottratto alle indagini e ai doveri d’ufficio. Il Comando generale dell’Arma dei Carabinieri ha disattivato gli accessi a Facebook di tutti i militari della Benemerita. Il provvedimento è stato attuato «oscurando» l’accesso al forum su tutti i computer collegati alla rete operativa delle caserme. Il boom del social network aveva, evidentemente, contagiato anche gli ufficiali e i sottufficiali dell’Arma, e i dati del server centrale avevano segnalato che una quota significativa dei tempi di connessione era dedicata all’attività su Facebook. È ben vero che navigare su Facebook a volte può fornire rivelazioni interessanti e persino elementi di indagine. Ma l’Arma ha ritenuto che prevalesse la necessità di evitare eccessive distrazioni al personale. Naturalmente non è in discussione il diritto dei carabinieri di collegarsi al network attraverso un loro account: ma potranno farlo solo dal computer di casa, fuori dall’orario di servizio.