Caracalla, gran finale con «Giselle»

Lo spettacolo verrà replicato fino al 14 agosto. Protagonisti Laura Comi e Mario Marozzi

Ultimo appuntamento della stagione estiva alle Terme di Caracalla con il balletto Giselle, titolo cult del repertorio romantico, che proporrà cinque coppie di ballerini di prestigio internazionale. La coreografia dello spettacolo è firmata da Carla Fracci, che giusto cinquant’anni fa (era il 5 luglio 1958 alla Scala) lo danzò per la prima volta, fino a diventarne l’interprete per eccellenza, mentre la regia è affidata a Beppe Menegatti. Il celebre balletto in due atti (soggetto di Thèophile Gautier e Jules-Henri Vernoy de Saint-Georges) vide la luce il 28 giugno 1841. La Fracci, con la collaborazione di Gillian Witthingham, ha ripreso e in alcuni casi ripristinato le coreografie storiche create nel tempo da Jean Coralli, Jules Perrot, Marius Petipa e Anton Dolin. Le scene (adattate per Caracalla da Dario Gessati) e i costumi sono di Anna Anni, mentre il disegno luci e di Patrizio Maggi. Alla prima di Giselle, prevista questa sera, faranno seguito quattro repliche (domani, martedì 12, mercoledì 13 e giovedì 14). Nei ruoli principali Laura Comi e Mario Marozzi, che si esibiranno alla «prima», Larisa Lezhnina e Giuseppe Picone il 10, l’ucraina Oksana Kucheruk e Igor Yebra il 12, Mara Galeazzi (prima ballerina del Royal Ballet di Londra) e Jean-Sèbastian Colau il 13 e, infine, gli Ashley Bouder e Jared Angle (New York City Ballet) il 14 agosto.