Caracciolo salva Del Neri Il Chievo sfiora il colpo

Natale Conti

da Palermo

Finisce 2-2 tra Palermo e Chievo, con un favoloso gol di Caracciolo al secondo minuto di recupero. Ed è un risultato bugiardo perché se il Chievo avesse vinto per 4-2 non ci sarebbe stato nulla da ridire. In campo la differenza è stata tra una squadra, il Chievo, che gioca in velocità con schemi che conosce a memoria, ed un Palermo che sembra aver dimenticato le lezioni del suo tecnico Del Neri: lento, impacciato, debole nella coppia centrale di difesa, con esterni assolutamente evanescenti.
La cronaca. Palermo in vantaggio dopo 15' su calcio di rigore battuto da Corini. Era stato concesso per un atterramento di Caracciolo ad opera di D’Anna. Tre minuti dopo il pari del Chievo: fuga di Obinna sulla destra. Cross per Amauri che in tuffo di testa batte Santoni. Al 39' Obinna salta Biava, che sbaglia il tempo dell'intervento, conquista palla sulla sinistra dell'area, tenta un dribbling su Santoni e finisce a terra. Rigore, che Amauri trasforma. Al secondo minuto di recupero il gol «salvezza» di Caracciolo.