Carburanti, sospeso lo sciopero dei benzinai

Faib e Fegica hanno deciso di sospendere l'iniziativa, prevista per il 26 e 27 luglio e di aderire alla protesta pacifica di Cna. Il Garante cerca di conciliare la vertenza

Roma - Buone notizie per gli automobilisti. Faib e Fegica hanno infatti deciso di sospendere lo sciopero dei benzinai previsto per il 26 e 27 luglio, rispondendo positivamente all’invito della commissione di garanzia che si attiva per conciliare la vertenza. La protesta contestava le misure assunte dal governo che rafforzano il monopolio dei petrolieri, per sostenere l’iter parlamentare della riforma del settore e consentire di abbassare i prezzi dei carburanti su tutta la rete.

Preferita la protesta pacifica La decisione, informa una nota del Coordinamento, "è stata assunta senza voler minimamente arretrare nell’iniziativa assunta a favore di una riforma legislativa del settore che apra il mercato alla concorrenza e spezzi i rigidi controlli sui prezzi che finora hanno determinato distorsioni sui meccanismi competitivi e maggiori oneri per i consumatori". Proprio in questa ottica il Coordinamento Nazionale Unitario di Faib e Fegica annuncia di avere dato la propria adesione all’iniziativa del 25 luglio prossimo, promossa dalla Fita CNA, per avanzare in modo, forte e pacifico, la richiesta al Governo "di rimuovere il consistente peso dai prezzi dei carburanti costituito da una lunga serie di ’accise dimenticatè e compensare, in questo modo, gli iniqui e consistenti aumenti introdotti nelle ultime settimane".