In carcere per 19 anni

Harry Wu, 71 anni, nato a Shanghai, fu arrestato la prima volta nel 1956 per aver criticato il partito comunista. Nel 1960 l’invio nei «laogai» i campi di lavoro cinesi. Nel 1979 il rilascio e qualche tempo dopo il trasferimento negli Usa. Nel 1995 era docente di Geologia a Berkeley, ma decise di tornare nel suo paese per raccogliere prove sui campi di lavoro. Arrestato alla frontiera venne condannato a 15 anni, ed espulso grazie al passaporto americano e all’intervento del Congresso statunitense. La “Laogai research foundation” da lui fondata è una delle più ascoltate associazioni per la difesa dei diritti umani in Cina.