Carcere per chi dà casa e lavoro agli irregolari

Tra i processi prioritari figurano anche quelli per i reati relativi all’ingresso illegale in Italia (nel testo precedente non erano previsti). Per combattere la clandestinità si puniscono anche i «favoreggiatori»: reclusione da sei mesi a tre anni per chi dà alloggio, «al fine di trarne ingiusto profitto», a immigrati clandestini. Prevista anche la confisca della casa. Inasprite poi le pene per chi dà lavoro a stranieri senza permesso di soggiorno. Per quanto riguarda gli stranieri che delinquono, introdotta l’«aggravante di clandestinità»: le pene saranno aumentate di un terzo se a compiere il reato è un soggetto presente illegalmente in Italia.