Carceri La visita di Cassinelli

Una pausa dalle ferie per visitare due carceri. Così l’on. Roberto Cassinelli (Pdl) ha trascorso la mattinata di ieri, nei penitenziari di Chiavari e Marassi. Il parlamentare, membro della Commissione giustizia della Camera e della Consulta nazionale sulla giustizia del Pdl, da tempo impegnato sulle questioni della vivibilità nelle carceri italiane, rende conto di quanto ha potuto appurare, ancora una volta, in prima persona. «È noto che il settore soffre da tempo – afferma Cassinelli – ed ha problemi che rendono difficile la vita dei reclusi e degli operatori. Anche a Chiavari e a Marassi lo spaventoso sovraffollamento si accompagna ad una carenza degli organici di polizia penitenziaria, circostanza che costringe gli agenti a fatiche straordinarie. Per questo è doveroso ringraziare loro che, silenziosamente e con dedizione, tutelano la dignità del nostro Paese e garantiscono condizioni quantomeno di minima accettabilità». Secondo Cassinelli, «l’importante piano carceri del Governo Berlusconi, quando sarà attuato nel suo complesso, potrà porre rimedio alle tante carenze del sistema, grazie alla costruzione di nuove strutture ed al loro affidamento in gestione a privati: un metodo già applicato con successo in molti Stati esteri». Il deputato ricorda inoltre che la Commissione giustizia della Camera ha allo studio una proposta di legge che mira ad introdurre l’affidamento in prova: «Si tratta di una misura – afferma – che alleggerirà le carceri italiane e modernizzerà il nostro ordinamento penitenziario, in modo da renderlo sempre più efficiente ed umano, come esige la nostra Costituzione». «Anche Marassi è stato, nel recente passato, teatro di tragedie che non devono ripetersi – conclude Cassinelli – per questo, soprattutto dalla classe politica, deve giungere un forte segnale di attenzione verso questo mondo, talvolta dimenticato, che è però uno degli indici della civiltà di una Nazione».