Card e guide Mp3 Milano e provincia a caccia di turisti

Fra le mille proposte di respiro nazionale e internazionale, anche la città di Milano è presente al Bit, la Borsa del Turismo. Molte le iniziative messe in campo dalle istituzioni: «Milano non è più soltanto meta di viaggi d'affari o di turismo legato alla moda - spiega Pia Benci, direttore centrale del turismo della Provincia - . Gli agriturismi dell'hinterland, quando la Fiera di Rho ospita delle manifestazioni, stanno registrando sempre più il tutto esaurito, segno che c'è dell'interesse».
E la promozione di nuove risorse turistiche viene dalla sinergia fra istituzioni: come per lo I.a.t., il nuovo Ufficio informazioni e accoglienza turistica aperto in piazza Duomo presso l'ex albergo diurno Cobianchi e gestito a quattro mani da Provincia e Comune. Al Bit 2007 emerge poi un'altra tendenza, quella di mettere sempre più le tecnologie al servizio della promozione turistica. Proprio ieri infatti la Provincia ha presentato il nuovo database rivolto agli operatori: questo sarà in Rete fra circa due mesi, e permetterà ad albergatori, galleristi e operatori del turismo e della cultura di inserire le proprie iniziative, rendendole così disponibili alla consultazione da parte del turista.
Un'altra novità tecnologica in fase sperimentale è poi la guida in formato Mp3, scaricabile da Internet sull'apposito lettore, che permette di passeggiare per le località della provincia di Milano ascoltando dalle cuffie la descrizione dettagliata delle attrazioni storiche che si incontrano lungo il proprio cammino. Attualmente, la sperimentazione riguarda i comuni di Abbiategrasso, Ozzero e Morimondo, per i quali è stato messo a punto un itinerario alla scoperta degli aironi della campagna milanese.
È poi allo studio, da parte del Comune, la «Tourist card», una carta magnetica che dovrebbe integrare molteplici servizi offerti dalla città al turista: «L'intento - spiega Mario Mocellini, dell'ufficio del turismo di Milano - è quello di fornire con un unico supporto i servizi di trasporto e l'accesso a musei e luoghi di interesse culturale. E in un futuro potrebbe addirittura sostituire le tessere di accesso allo stadio». La tessera è ancora in fase di sperimentazione, e verrà presentata ufficialmente al Bit dell'anno prossimo.
E il futuro turistico di Milano è orientato verso l'integrazione della città in un sistema turistico più ampio, comprendente l'area di Abbiategrasso: «I sistemi turistici - spiega l'assessore al turismo della Regione Pier Gianni Prosperini - permettono di promuovere in maniera più efficace i Comuni che condividono un profilo culturale, storico e naturalistico. Il turismo è il futuro della Lombardia - conclude - . Esiste ormai una generazione di turisti, soprattutto stranieri, che è pronta a superare il tradizionale soggiorno a Milano per gli affari e lo shopping, scoprendo le altre attrattive della regione».