Un cardinale cattolico sarà Lord per la prima volta in 5 secoli

L’arcivescovo di Westminster, il cardinale Cormac Murphy O’Connor (nella foto piccola), potrebbe presto diventare il primo vescovo della Chiesa cattolica a ricevere il titolo di Lord nel Parlamento britannico dai tempi della Riforma protestante del XVI secolo. Il premier Gordon Brown - riferiva ieri il Times - avrebbe discusso dell’argomento nel recente incontro in Vaticano con Benedetto XVI. Il primo ministro ha riferito al settimanale cattolico The Tablet che la nomina del prelato verrà discussa dopo il suo pensionamento, tra qualche settimana. Se così fosse, si rafforzerebbe il ruolo della Chiesa cattolica in quegli ambiti al centro di accesi dibattiti etico-politici, come l’eutanasia, l’adozione per coppie gay, l’aborto. La nomina del cardinale Murphy-Connor richiederà una dispensa papale, dal momento che la chiesa cattolica non permette al suo clero di ricoprire incarichi che prevedono l’esercizio di poteri politici (la chiesa anglicana, religione ufficiale, conta 26 lord spiritual alla Camera Alta). Col suo pensionamento O’Connor sarà il primo arcivescovo di Westminster a lasciare l’incarico per limiti di età (ha 76 anni) dai tempi della riforma protestante. I suoi predecessori sono infatti tutti morti a mandato ancora in corso. «Non solo ha mostrato grande modestia, ma anche una grande sensibilità nel rappresentare i sentimenti dei fedeli di tutta la Chiesa. Gode di grande rispetto in tutto il mondo per il suo interesse nella cooperazione internazionale, come la povertà» ha spiegato Brown.