Il cardinale inaugura l’atrio del Galliera

,

«Farò tesoro dell' esperienza maturata in questi anni a Genova anche come presidente dell' ospedale Galliera», ha detto ieri mattina il cardinale Tarcisio Bertone, a margine dell' inaugurazione del nuovo atrio del nosocomio, di cui è presidente.
Bertone infatti è in partenza da Genova per assumere l' incarico di Segretario di Stato della Santa Sede.
«A Roma infatti - ha spiegato - dovrò anche seguire due ospedali, il Bambin Gesù e il San Giovanni Rotondo, che sono direttamente dipendenti dalla Santa Sede».
«Per quanto riguarda la visione mondiale del mio nuovo incarico - ha aggiunto - cercherò di fare esperienza del mio passato e di avere anche il supporto di una buona collaborazione. Ho uno staff di collaboratori che è splendido - come ha detto il cardinale Sodano - per cui faremo un bel gioco di squadra».
La cerimonia è proseguita tra abbracci, congratulazioni e foto ricordo con tutta la comunità ospedaliera, tra cui i vertici, con il consiglio di amministrazione al gran completo, i primari, il personale paramedico e i volontari.
Sulla cerimonia degli addii, che sta impegnando il cardinale in questi giorni, Bertone ha raccontato: «È un rosario di saluti, un' esperienza molto bella, dove posso verificare l' affetto dei genovesi soprattutto di tante famiglie con bambini, che mi faranno rimanere legato a Genova. Della città ho parlato con affetto anche nei giorni scorsi con il Santo Padre in occasione del nostro incontro, anche per organizzare al più presto il suo viaggio nel capoluogo ligure».
Nel corso dell' inaugurazione dell' atrio, dai preziosi soffitti ottocenteschi affrescati a nuovo e la statua della Duchessa di Galliera in bella mostra, il direttore generale, Adriano Lagostena, ha spiegato che il nuovo atrio, che sarà riaperto al pubblico il 31 luglio, fa parte del «Progetto accoglienza 2006-2008». «L' obiettivo - ha detto - è quello di ricevere gli utenti in un ambiente gradevole e umanizzato, con la massima efficacia e qualità del servizio».
Dopo l' atrio sarà la volta dell' accesso al Pronto Soccorso, mentre le altre ristrutturazioni interesseranno l' accettazione amministrativa, il centro prelievi, l' ingresso del San Filippo, l' ingresso della direzione generale e quello del Padiglione C.