«Care Nazioni Unite, l’autodeterminazione vale anche per noi»

«Il Governo della Repubblica Malu Entu nella pienezza dei suoi poteri, chiede a questo congresso e a tutti i suoi componenti, anche in forma individuale dagli stati che lo compongono, che nello spirito della Carta di San Francisco, firmata il 26 giugno 1945, ed entrata in vigore il 24 Ottobre 1945 - statuto, che noi «Governo della Repubblica Malu Entu» accettiamo nella sua interezza, di essere ammessi e difesi da ogni atto ostile che avvenga contro il nostro popolo, in particolare ci rivolgiamo all'Italia, a che rispetti lo spirito della Legge N 848 del 17 agosto 1957; legge che rettifica e fa proprio il concetto della carta di San Francisco.
Rendiamo noto che il Nostro Governo, ha deliberato il 04 Luglio 1978 in forma unilaterale l'Indipendenza statuale della Repubblica Malu Entu. Oggi in forma ufficiale, inoltriamo la richiesta della Repubblica di essere accolta e difesa dall'ONU.
Precisiamo che nel formalizzare questa richiesta, abbiamo deliberato il limite delle Nostre acque territoriali in tre miglia marine dalle nostre coste - ribadendo alle Nazioni Unite la richiesta di aiuto nel caso di ogni violazione e oppressione che avvenga contro il popolo e l'integrità territoriale della nostra Repubblica; in particolare la violazione degli articoli 1-2-4-55 in forma integrale dello Statuto dell'Onu. Aiutandoci e rappresentandoci presso il Tribunale Internazionale, contro ogni violazione e oppressione che avvenga contro di noi. Questa richiesta: Viene inoltrata a tutti gli stati facenti parte delle Nazioni Unite, in forma bilaterale, proseguiamo descrivendo la nostra bandiera, e la morfologia territoriale della nostra repubblica Malu Entu». Il Presidente