La carica degli ottantadue parlamentari

Marzio Fianese

Saranno 82 gli eletti nel Lazio che entreranno nel nuovo Parlamento: 55 deputati e 27 senatori. Partiamo dal Senato, dove la Casa delle Libertà ha conquistato 15 seggi, che dovrebbero essere occupati da Laura Allegrini (An), Andrea Augello (An), Mario Baccini (Udc), Paolo Barelli (Fi), Angelo Maria Cicolani (Fi), Cesare Cursi (An), Claudio Fazzone (Fi), Michele Forte (Udc), Domenico Gramazio (An), Paolo Guzzanti (Fi), Giulio Marini (Fi), Giuseppe Pisanu (Fi), Francesco Storace (An), Oreste Tofani (An) e Cosimo Ventucci (Fi), Per il centrosinistra i dodici senatori laziali dovrebbero essere Goffredo Bettini (Ds), Salvatore Bonadonna (Prc), Willer Bordon (Margherita), Loredana De Petris (Insieme con l’Unione), Rina Gagliardi (Prc), Mario Gasbarri (Ds), Franco Marini (Margherita), Ignazio Marino (Ds), Giorgio Mele (Ds), Esterino Montino (Ds), Giorgio Pasetto (Margherita) e Silvana Pisa (Ds) Passiamo alla Camera dei deputati. Nella circoscrizione Roma 1, che comprende Roma e l’hinterland, successo del centrosinistra, che si aggiudica 23 dei 40 seggi. La parte del leone la fa l’Unione, con 15 deputati: Francesco Rutelli, Giovanna Melandri, Giulio Santagata, Paolo Gentiloni, Michele Meta, Carlo Leoni, Roberto Giachetti, Antonio Rugghia, la vedova D’Antona Olga Di Serio, Riccardo Milana, Paolo Gambescia, Walter Tocci, Enzo Carra, Lionello Cosentino e Domenico Volpini. I quattro seggi di Rifondazione comunista dovrebbero essere occupati da Fausto Bertinotti, Vladimir Luxuria, Salvatore Cannavò e Maria Cristina Perugia. I restanti quattro seggi del centrosinistra spettano a Rosa nel Pugno (Emma Bonino), Comunisti italiani (Oliviero Diliberto), Verdi (Alfonso Pecroaro Scanio) e Italia dei Valori (Antonio Di Pietro). Diciassette invece i deputati della Casa delle Libertà: sette per uno a Forza Italia (Silvio Berlusconi, Antonio Martino, Fabrizio Cicchitto, Mario Pescante, Cesare Previti, Giorgio Simeoni e Mario Pepe) e Alleanza Nazionale (Gianfranco Fini, Gianni Alemanno, Maurizio Gasparri, Giulia Bongiorno, Teodoro Buontempo, Donato Lamorte e Antonio Mazzocchi), due all’Udc (Pierferdinando Casini e Lorenzo Cesa) e uno a Dc-Npsi (Massimo Nardi). Data l’ampia presenza di big candidati anche in altre circoscrizioni, probabili molti ripescaggi: in rampa di lancio tra gli altri Giorgia Meloni, Silvano Moffa e Giuseppe Consolo per An, gli azzurri Francesco Giro e Fiorella Ceccacci, l’Udc Luciano Ciocchetti e, a sinistra, il Verde Angelo Bonelli. Nella circoscrizione Lazio 2 otto seggi alla Cdl (per Forza Italia ancora Berlusconi, Rocco Crimi, Gianfranco Conte e Domenico Di Virgilio, con il probabile ripescaggio di Antonello Iannarilli, per An Fini, Riccardo Pedrizzi, Fabio Rampelli e il probabile ripescato Guglielmo Rositani, e per l’Udc Casini, che lascerà probabilmente posto ad Armando Dionisi) e sette al centrosinistra (gli ulivisti Fulvia Bandoli, Giuseppe Fioroni e Ugo Sposetti oltre a Prodi, che probabilmente farà posto a Maria Teresa Amici, la comunista Elettra Deiana, probabile sostituta del capolista Bertinotti, l’Udeur Angelo Picano, la Bonino con Gianfranco Schietroma pronto a subentrarle).